Trieste

Trieste è una moderna città che si allunga in fondo al golfo omonimo ai piedi dell’altopiano del Carso. E’ la città più cosmopolita d’Italia permeata da tre culture: italiana, slava, asburgica mitteleuropea (“la piccola Vienna sul mare”) Questa complessità ha spesso portato a drammatico antagonismo ,ma ha anche reso questa città più aperta, ricettiva, civile.

La sua origine è antichissima: i Celti e gli Illiri se la contendevano prima che i Romani la colonizzassero ,sotto il nome di Tergeste, facendone una piazzaforte a difesa delle frontiere orientali dell’impero,fu poi alle dipendenze del patriarca di Aquileia,annessa a Venezia nel 1202,sotto la protezione dell’Austria ,sede della Compagnia d’Oriente e del Levante del 1719.

L’unione all’Italia, eroicamente voluta dai triestini, avvenne alla fine della prima guerra mondiale e fu messa in pericolo dalla seconda.

Il triestino Slataper (“ Il mio carso” 1912 ) diceva “La storia di Treste è nei suoi porti”. Sono infatti dodici i chilometri di banchina che si estendono fino alla frontiera con la Slovenia.

Il centro della città è Piazza Unità d’Italia aperta sul lungomare. Vi si trova il barocco palazzo Pitteri, la fontana dell’Allegoria dei quattro Continenti e il caffè degli Specchi che è uno dei più antichi della città e fa ricordare l’importanza che i caffè ebbero nella vita triestina, frequentati da grandi autori come Joice, Svevo, Saba. Bisogna fare una sosta in questi caffè storici e scoprire che cos’è un “ nero”,un “ gocciato” o un “ capo in b” .

In cima alla città, nell’area dell’antica Tergeste,la piazza della Cattedrale riunisce i resti di una basilica romana, dominata dal castello e la basilica di S.Giusto con robusto campanile dalla cui sommità si ha una bella veduta di Trieste.

Dintorni:
Il Castello di Miramare sorge di fronte al mare azzurrissimo del golfo di Trestie e sembra proprio un castello da favola.Era stato costruito dall’ arciduca Massimiliano,fratello dell’imperatore Francesco Giuseppe,che,tenuto lontano dal potere,ingannava la noia viaggiando sul mare. Brutta fine per i proprietari: Massimiliano viene fucilato in Messico e la moglie muore impazzita.

La Grotta Gigante che è la più nota e imponente delle formazioni ipogee del Carso triestino e unica ad essere attrezzata per visita turistica.Deve il suo nome all’enorme cavità sotterranea al cui interno si potrebbe collocare l’intera basilica di S.Pietro a Roma.

Il Sentiero Napoleonico, che è un sentiero pedonabile che si snoda dall’Obelisco di Villa Opicina fino a Prosecco, interamente dominante il golfo : percorso di eccezionale bellezza!

Muggia, di fronte a Trieste, è una cittadina di stile veneziano con un duomo quattrocentesco con un bel campanile aguzzo e un’elegante facciata in calcare d’Istria.

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: