Val di Non

La Val di Non è la valle conosciuta per le mele, la valle dalle splendide fioriture, ma è anche molto di più : è anche la valle dell’acqua e dei Canyon in Trentino, un mondo di gole e cascate che potrete scoprire nei suggestivi percorsi costruiti nella roccia. Due di questi il Canyon Rio Sass e il Parco Fluviale Novella possono essere visitati con le guide esperte, ma ci sono altri percorsi da esplorare liberamente da soli, facendo ovviamente molta attenzione.

Una valle ricca di laghi e fiumi: il lago di Santa Giustina da esplorare a bordo di un kayak, oppure il lago di Tovel nel Parco Naturale Adamello Brenta, conosciuto come il lago rosso, ideale per gli escursionisti del trekking dolce che da qui possono partire alla scoperta delle Dolomiti di Brenta.

I laghi balneabili: il lago Smeraldo di Fondo, quello di Santa Maria di Tret, ed ancora i laghetti di Coredo e Tavon, dove è possibile anche pescare acquistando un permesso. Sul fiume Noce invece si potrà praticare il rafting. Una vacanza quindi all’insegna dello sport:

Inserito nel Parco Naturale Adamello Brenta con la Val di Tovel, circondato dalle Maddalene e dalle Dolomiti di Brenta, la valle è una palestra all’aria aperta per chi ricerca una vacanza sportiva.

Bici ???? La Val di Non propone 7 itinerari, a cui si aggiungono il tracciato ad anello del Dolomiti di Brenta Bike e il Girinbike nelle Maddalene.

Se invece interessano le camminate ci sono le  escursioni in quota, la visita delle malghe che sconfinano nella provincia di Bolzano, e passeggiate per grandi e piccini … Varie sono le attrezzature sportive e ricettive sparse sul territorio che vanno dai parchi gioco, ai parchi avventura, campi da tennis e da bocce, campi sportivi e un campo da golf a 18 buche.

Rispetto ad altre valli del Trentino , la valle offre zone più tranquille e contenute dove riscoprire la montagna estate come inverno..

Ogni anno viene disputata la Ciaspolada, la corsa con le racchette da neve. Gli impianti di risalita si sviluppano al Passo della Mendola sul Monte Roen, a Ruffrè sul Monte Nock e sull’altopiano della Predaia.

Si pratica lo sci nordico sulla Predaia e lo sci di fondo a Malosco.

I più piccoli possono invece divertirsi imparando nel Predaia Park, aperto anche d’estate, e a Nevelandia sul Roen. Anche gli amanti dello sci alpinismo saranno soddisfatti: qui trovano percorsi facili e per esperti , sulle Maddalene.

Centri wellness  e trattamenti anche a base di mela Renetta (la famosa mela Renetta della Val di Non ), ricca di antiossidanti preziosi per la salute e il benessere : territorio, cultura e gastronomia: abbinamento perfetto

La Val di Non è una valle formata da cinque territori:
Le Maddalene, tra montagne e pascoli,
l’Alta Valle e la Predaia, caratterizzate da immense distese di prati e piccoli borghi,
le Quattro Ville d’Anaunia, regno della mela
la zona del Brenta, con la Val di Tovel, inserite nel Parco Naturale Adamello Brenta.
Un PASSO , quello della Mendola, un tempo zona di vacanza della corte IMPERIALE ASBURGICA, la mette in collegamento con la città di Bolzano.

Terra sottoposta al controllo dei PRINCIPI VESCOVI DI TRENTO, è la terra trentina con il maggior numero di castelli e RESIDENZE NOBILIARI: gli imponenti Castel Thun a Vigo di Ton, Castel Valer a Tassullo e il Castello di Malgolo, o il romantico Castello d’Altaguarda, preceduto da Castel Basso, antico maso dei Thun

E’ sempre stata Val di Non inoltre meta ideale per i fedeli alla ricerca della solitudine e della pace, come testimoniato dagli EREMI e dai SANTUARI. Accanto al più famoso Santuario di San Romedio a Sanzeno, si ergono numerosi luoghi di preghiera, raggiungibili attraverso sentieri naturali, come i Sentieri del Cielo. Via romanica delle Alpi o il Cammino Jacopeo d’Anaunia, un percorso a tappe di circa 170 km Terra antica è anche ricca di musei che ne conservano i reperti archeologici rinvenuti come il Museo Retico. Merita uno stop il borgo di Casez , dagli edifici gotico-veneti su cui domina Castel Casez.

La Val di Non offre anche moltissimi PRODOTTI: la mela, unica Dop in Italia, e i suoi derivati, IL GRANA TRENTINO e i FORMAGGI DI MALGA, i salumi tipici come la MORTANDELA affumicata, presidio Slow Food, i prodotti del bosco e i dolci tradizionali come la torta di mele o il BREZDEL, tutti inseriti nella STRADA DELLA MELA E DEI SAPORI della Val di Non e Val di Sole.

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: